Domanda di trattamento

Fonti informative

Nel 2002, come nel 2001, sono state utilizzate due fonti informative: il protocollo TDI (in forma estesa) nei centri terapeutici in cui sono disponibili i dati ed il protocollo TDI (in forma concisa), utilizzato per completare le tabelle sin dal 1993. Per omogeneità rispetto agli anni precedenti e per poter osservare l’andamento nel tempo, in alcuni casi è stata utilizzata la seconda fonte informativa. Il numero dei casi coperti, suddivisi per paese e per fonte di dati, figura nella versione on line (1).

(1) Tabella 1 OL: Numero dei casi coperti suddivisi per fonti di dati.

Le caratteristiche dei pazienti che entrano in terapia (come le caratteristiche sociali) ed i comportamenti legati al consumo (come la percentuale di chi fa uso di oppiacei o di stupefacenti per via parenterale) sono potenziali indicatori di più ampie linee di tendenza nel consumo problematico di stupefacenti. Anche i dati relativi alla domanda di trattamento danno un’idea dell’organizzazione dei centri terapeutici in Europa. Elementi di distorsione possono comunque derivare dai diversi metodi di raccolta delle informazioni e dai diversi tipi di servizi terapeutici erogati nei vari paesi. Per la seconda volta la raccolta dei dati si è basata su un protocollo europeo comune (indicatore della domanda di trattamento, TDI), con informazioni su circa 150 000 pazienti (10).


(10) Una relazione completa sull’indicatore della domanda di trattamento TDI è disponibile on line.