Decessi correlati all'uso di stupefacenti e mortalità fra i tossicodipendenti (26)

Le statistiche nazionali sui «decessi per droga» si riferiscono solitamente ai decessi improvvisi direttamente correlati al consumo di sostanze stupefacenti o «overdose», anche se esistono differenze tra i vari paesi (27). La definizione utilizzata per l’indicatore chiave dell’OEDT, «Decessi correlati all'uso di stupefacenti» si riferisce anch’essa a questo tipo di decessi (28). Lo sviluppo dell’indicatore chiave ha spinto vari Stati membri a migliorare le procedure di segnalazione dei decessi correlati all'uso di stupefacenti.

Il confronto diretto dei dati statistici nazionali va fatto con cautela a causa delle differenze esistenti nelle definizioni, nella qualità delle segnalazioni e nella copertura territoriale. Tuttavia, se in un paese i metodi di segnalazione rimangono coerenti nel tempo, il numero dei decessi correlati all'uso di stupefacenti, specialmente se associato ad altri indicatori, può essere un indicatore utile dell’andamento delle forme gravi di consumo di stupefacenti.

Nella maggior parte dei paesi dell’UE, le overdose sono una causa importante di morte tra i giovani, particolarmente di sesso maschile. I decessi dovuti all’AIDS o ad altre cause (violenza, incidenti, ecc.) rappresentano forme complementari di mortalità correlata alla droga, con notevoli differenze da un paese all’altro e da una città all’altra. In genere, questi decessi sono segnalati da fonti diverse.

I decessi correlati all'uso di stupefacenti per via parenterale e tra i consumatori di oppiacei sono molto più numerosi che non tra la popolazione generale; il consumo problematico di stupefacenti è una delle cause principali di morte tra i giovani adulti nella maggior parte dei paesi dell’UE. Da studi condotti negli anni Novanta in alcune città dell’UE (Glasgow, Madrid, Roma) è emerso che una percentuale significativa di decessi tra i giovani adulti può essere attribuita al consumo problematico di stupefacenti (in particolare iniezione di oppiacei). Per quanto i decessi dovuti ad AIDS siano in diminuzione, i decessi da overdose sono stabili o continuano ad aumentare; occorrono nuovi studi che raccolgano informazioni più recenti sulla mortalità correlata agli stupefacenti in altre città.


(26Riquadro 8 OL: La metodologia e le definizioni utilizzate per stimare i decessi correlati all'uso di stupefacenti e la mortalità.

(27Riquadro 9 OL: Definizioni dei "decessi improvvisi correlati agli stupefacenti" negli Stati membri dell’UE, così come sono state utilizzate nella relazione annuale dell’OEDT e riportate nelle relazioni nazionali.

(28Riquadro 10 OL: Definizione dell'OEDT – Decessi correlati all'uso di stupefacenti. Cfr. anche il protocollo OEDT per i decessi correlati all'uso di stupefacenti.