Trattamento con assistenza medica

Il metadone è di gran lunga la sostanza maggiormente utilizzata nelle terapie sostitutive. La buprenorfina, che per anni è stata la sostanza maggiormente utilizzata in Francia nelle terapie sostitutive, viene prescritta anche dai medici privati in Portogallo e Lussemburgo. La Svezia sta preparando restrizioni alla prescrizione di buprenorfina; in Finlandia l’abuso illecito di buprenorfina ha causato domande di trattamento e sono stati segnalati alcuni decessi connessi con l’abuso di buprenorfina e sedativi. Attualmente, la buprenorfina è utilizzata molto meno del metadone in Belgio, Danimarca, Germania, Grecia, Spagna, Austria e Regno Unito.

Le informazioni sul numero delle persone che hanno ricevuto un trattamento farmacologico sostitutivo sono disponibili da alcuni anni (Farell et al., 1996, 2000) ed oggi è possibile seguire gli sviluppi in quest’area. La tabella 3 propone un confronto tra le informazioni sui trattamenti sostitutivi comunicate nel 1997/1998 con le ultime informazioni provenienti dagli Stati membri. La tabella 3 mostra che si è verificato un considerevole aumento della disponibilità complessiva di trattamenti medicalmente assistiti. L’aumento aggregato a livello di UE è di circa il 34 % in cinque anni circa.

Tabella 3: Sviluppo delle terapie sostitutive nei 15 Stati membri dell’UE ed in Norvegia

 

Stima segnalata delle persone in terapia sostitutiva (1)

Variazione (%)

1997/1998

2001/2002

Belgio

6 617

7 000

5,8

Danimarca

4 298

4 937

14,9

Germania (2)

45 300

49 300

8,8

Grecia

400

1 060

165,0

Spagna

51 000

78 806

54,5

Francia

53 281

85 757

61,0

Irlanda

2 859

5 865

105,1

Italia

77 537

86 778

11,9

Lussemburgo (3)

931

1 007

8,2

Paesi Bassi

13 500

13 500

0

Austria

2 966

5 364

80,8

Portogallo

2 324

12 863

453,5

Finlandia

200

400

100,0

Svezia

600

621

3,5

Regno Unito (4)

28 776

35 500

23,4

Norvegia

204

1 853

808,3

Totale

290 793

390 611

36,2

(1) Per alcuni paesi i numeri si riferiscono ai clienti, per altri ai posti stimati.

(2) Nel caso della Germania i dati comprendono anche i pazienti cui viene somministrata diidrocodeina, stimati essere circa 8 800 nel 1998 e 3 700 nel 2000.

(3) 186 e 156 clienti sono stati registrati nel progetto metadone gestito dallo stato rispettivamente nel 1998 e nel 2001, mentre 745 e 849 hanno ricevuto terapia sostitutiva attraverso medici di base.

(4) Soltanto Inghilterra e Galles.

Fonti: Relazione annuale 1998, OEDT (con dati della relazione annuale del 1997 o di anni precedenti) e relazioni nazionali 2001 e 2002.

Co-prescrizione di eroina

I Paesi Bassi hanno già provato a sperimentare la co-prescrizione medica di eroina ed hanno presentato i risultati nel febbraio 2002 (Comitato centrale per il trattamento degli eroinomani, 2002). I pazienti ammessi alla sperimentazione hanno ricevuto sia metadone che eroina. Dalla valutazione è emerso che i pazienti inseriti nel gruppo sperimentale hanno avvertito considerevoli benefici per la salute rispetto al gruppo di controllo, che era stato trattato soltanto con metadone.

Tra marzo 2002 e febbraio 2003 le città tedesche di Bonn, Colonia, Francoforte, Amburgo, Hannover, Karlsruhe e Monaco hanno varato un programma terapeutico con eroina nel quadro di una sperimentazione scientifica randomizzata controllata. Complessivamente 1 120 pazienti sono stati ammessi alla sperimentazione con eroina, che sarà strettamente monitorata e valutata dal Centro interdisciplinare di ricerca sulle tossicodipendenze di Amburgo (Zentrum für Interdisziplinäre Suchtforschung), per due periodi di studio, ciascuno di 12 mesi.

In Spagna, le regioni autonome della Catalogna e dell’Andalusia stanno preparando cicli di sperimentazione con la prescrizione di eroina. A Barcellona (Catalogna) la coorte totale dello studio sarà di 180 pazienti maschi d’età compresa tra i 18 ed i 45 anni. L’eroina prescritta verrà somministrata per via orale.

In Lussemburgo, un decreto del 30 gennaio 2002 consente la sperimentazione della prescrizione di eroina nel quadro di un progetto pilota gestito dal direttorato Salute.

Nel Regno Unito l’eroina è prescritta dai medici di base a circa 500 pazienti (stima).