Il trattamento in situazione di astinenza (drug-free)

Il trattamento in situazione di astinenza (drug-free) prevede l’applicazione di tecniche psicosociali ed educative per conseguire un’astinenza a lungo termine dagli stupefacenti.

I dati disponibili sui trattamenti in situazione di astinenza non consentono un confronto di carattere quantitativo, in parte perché provengono sia da centri che si rivolgono esclusivamente a soggetti che fanno uso di droghe illecite, sia da centri che si occupano del trattamento delle dipendenze in generale, vale a dire il trattamento dell’alcolismo e di altri tipi di abuso ed in parte perché il «trattamento» non si lascia definire facilmente (per esempio, in termini di numero minimo di sedute) e non può essere misurato in termini di unità quantificabili, come le prescrizioni mediche registrate, così come avviene con il trattamento medicalmente assistito.

In merito a questo trattamento, si nota un divario nord-sud: nell’Europa meridionale il trattamento viene erogato prevalentemente da servizi specializzati che si occupano di tossicodipendenza, mentre nell’Europa settentrionale (fatta eccezione per la Danimarca) il trattamento viene erogato dai servizi che si occupano genericamente di dipendenze. Una spiegazione potrebbe essere data dal fatto che i paesi settentrionali (Danimarca esclusa) hanno una storia più lunga di trattamento in situazione di astinenza dell’alcolismo rispetto ai paesi dell’Europa meridionale. Forse, quando il consumo di droghe illecite ha cominciato a svilupparsi, le strutture terapeutiche già esistenti erano adatte ad affrontare questo particolare gruppo all’interno delle medesime strutture. Viceversa, gli altri paesi non avevano la medesima rete di strutture terapeutiche, per cui sono stati creati servizi specializzati aggiuntivi per i consumatori di droghe illecite (cfr. grafico 40 OL).