Limitatezza ed affidabilità dei dati

Anche se abbiamo limitato il nostro campo di applicazione, i risultati ottenuti confermano le difficoltà causate dalla scarsa quantità di dati raccolti in un settore poco sviluppato nell’UE. Infatti, a parte le ricerche ad hoc effettuate durante la preparazione di questa relazione (108), sono stati realizzati soltanto pochi studi miranti a quantificare le risorse pubbliche assegnate ai problemi della droga nell’UE (109). La maggior parte dei paesi dell’UE non sa dire con precisione quanto spende per la lotta contro la droga e la tossicodipendenza.

Pertanto, la maggior parte dei partecipanti a questa ricerca non ha potuto fornire dati esaurienti, poiché a volte mancano le cifre e spesso i calcoli sono basati su metodi di stima e di estrapolazione (110).

Come è stato segnalato da un gran numero di punti focali e confermato dalla letteratura del settore, almeno cinque fattori possono limitare la ricerca: 1) la mancanza di dati per alcune aree ed alcuni paesi; 2) la difficoltà di isolare i dati sulle sole droghe illecite dai dati su droghe illecite più alcool; 3) la varietà di attori ed organizzazioni a livello centrale, regionale e locale che sono responsabili della spesa; 4) la difficoltà di suddividere con precisione la spesa pubblica tra categorie teoriche, quali la riduzione della domanda e dell’offerta; 5) la difficoltà di suddividere la spesa, nell’ambito di queste due categorie, per aree di intervento (terapia, prevenzione primaria, riabilitazione, cooperazione, coordinamento, ecc.).

È interessante tuttavia rilevare che, sebbene studi di questo tipo siano ovviamente complicati a causa di problemi metodologici, i responsabili decisionali mostrano crescente interesse all’esame della spesa pubblica (111), che apprezzano sia come base su cui fondare le decisioni, sia come mezzo per misurare l’efficacia.


(108) L’OEDT è particolarmente grato ai punti focali di Grecia, Austria e Portogallo per aver realizzato ricerche specifiche ed indagini in questo campo, aumentando così il valore di questa relazione annuale. Un riconoscimento va dato anche al professore Pierre Kopp per aver effettuato un esame alla pari della ricerca.

(109)  Belgio (2003), Lussemburgo (2002), Regno Unito (2002). Ulteriori riferimenti sono disponibili sul sito web dell’OEDT.

(110)  Il nostro desiderio di includere il maggior numero possibile di paesi per fornire un quadro europeo completo si scontra con la scarsità di dati presenti in alcuni dei paesi presi in considerazione. Conseguentemente, pur avendo conservato un ampio campo di applicazione, con informazioni su 16 paesi, la capacità di analisi e confronto è stata notevolmente diminuita dall’incertezza dei dati definitivi.

(111)  Belgio (2003), Lussemburgo (2002), Regno Unito (2002). Ulteriori riferimenti sono disponibili sul sito web dell’OEDT.